5a Giornata – Cinema e carabinieri


Duecento anni sono trascorsi  dalla nascita dell’Arma dei Carabinieri. Nei suoi due secoli di vita, la Benemerita ha accompagnato, con la sua presenza vigile e rassicurante, generazioni di italiani, vivendo da protagonista tutti gli eventi storici che hanno caratterizzato la vita del regno Sabaudo prima e del Regno d’Italia e della Repubblica Italiana successivamente: dagli albori del Risorgimento alle Guerre d’Indipendenza, dalle Campagne per l’Unità alla lotta al brigantaggio, dalla Grande Guerra a quella di Liberazione, dal contrasto della mafia alla lotta al terrorismo negli anni di piombo, fino agli impegni internazionali odierni per la pace e la sicurezza nel mondo.

A Palestrina, il 22 novembre prossimo, il “400 Corti Film Fest” dedicherà un’intera serata, presso il Teatro “Principe”, al rapporto tra la Benemerita e il Cinema. Questo perché, così come nell’Arte, nella Storia, nella Letteratura e nella Cronaca, anche nel mondo della celluloide l’Arma è stata, da sempre, una componente essenziale. E spesso da protagonista. Poche figure, infatti, sono così profondamente legate, quanto il Carabiniere, non soltanto al colore della vita locale, ma al tessuto stesso delle manifestazioni più rappresentative del nostro Paese.

La serata del 22 novembre prossimo, infatti, assieme a noti attori che nel corso della loro carriera hanno avuto modo di indossare la divisa sul piccolo e sul grande schermo, e alla presenza di alte autorità militari e a rappresentanti nell’Arma che a tutt’oggi garantiscono la sicurezza nel nostro territorio, rimarcherà quanto il Cinema in più occasioni abbia evidenziato il ruolo e la statura del Carabiniere in modo puntuale e vivo, non già riproponendo i luoghi comuni dell’atmosfera, del paesaggio urbano o delle campagne, ma risvegliando e ricostruendo un personaggio essenzialmente “popolare”, di cui ha reso l’immagine, sfiorata o approfondita, sempre con serietà e rispetto. Tra le pellicole che hanno avuto maggior successo grazie alla figura del Carabiniere basterà ricordare Pane, amore e gelosia e Pane, amore e fantasia, entrambi di Luigi Comencini e girati nella vicina Castel San Pietro Romano, ma anche Fontamara di Carlo Lizzani, L’eredità della priora di Anton Giulio Majano, Il Prefetto di ferro di Pasquale Squitieri con Giuliano Gemma, Il giorno della civetta di Damiano Damiani con Franco Nero, La fiamma che non si spegne di Vittorio Cottafavi con Gino Cervi, ispirato alla tragica quanto eroica vicenda di Salvo D’Acquisto, Cento giorni a Palermo sul sacrificio del Generale Dalla Chiesa.

Più recentemente attori come Carlo Verdone, Massimo Ranieri ed Enrico Montesano hanno dato vita a personaggi di grande rilievo umano, per non parlare del grande Totò che impersonò un falso maresciallo, assumendone al momento giusto i comportamenti severi e dignitosi propri di un vero sottufficiale dell’Arma.

Ma, scopriremo nell’ambito della serata organizzata da I 400 Corti Film Fest, molti altri sono stati gli attori che hanno interpretato il ruolo di un Carabiniere al cinema: da Roberto Benigni (per pochi secondi in divisa nel film Il Piccolo Diavolo) ad Alberto Sordi (nei due film Il Disco volante e Ladro lui, ladra lei); da Silvio Orlando (La mia generazione) a Rocco Papaleo (Ferie d’agosto); da Renato Pozzetto (Gran bollito) ad un giovanissimo Nino Manfredi, nel bellissimo Il carabiniere a cavallo. Fino a Peter Sellers, protagonista di Caccia alla volpe di Vittorio De Sica.

La serata sarà organizzata in collaborazione con il Comando dei Carabinieri di Palestrina (coordinato dal Tenente Arcangelo Maiello) e quelli dei comuni limitrofi (San Cesareo, Cave, Labico, Valmontone), e con il coinvolgimento delle Associazioni Nazionali Carabinieri di ZagaroloSan Cesareo, Palestrina e Cave. In occasione di questo evento che si preannuncia già dinamico, articolato e ricco di sorprese, ci sarà spazio anche per un doveroso ricordo del gesto eroico compiuto dal vicebrigadiere Roberto Sutera, Medaglia d’Oro al Valore dell’Arma, carabiniere operativo nel nostro territorio e deceduto nel 2007, a 37 anni, durante l’inseguimento in auto di un malvivente.

Sabato 22 novembre, ore 21.00, Cinema Teatro “Principe”. Ingresso gratuito.

iMmBpb5jiAu5WxbGXS4jMZNvJt9