2a Giornata – Cannibal Holocaust: incontro con Deodato


Proiezione del film e anteprima del suo nuovo lavoro

 Cannibal Holocaust: incontro con Deodato

 Nessun film come Cannibal Holocaust, nella storia del cinema mondiale, ha attirato su di sé così tante polemiche e condanne. Il regista Ruggero Deodato non solo fu accusato dalla critica di aver fatto uso di un bieco sensazionalismo al semplice fine di provocare sdegno e disgusto, ma venne addirittura condannato a quattro mesi di reclusione per violenza sugli animali. D’altra parte il noto regista Sergio Leone, poco prima dell’uscita del film, lo avvisò che questa pellicola gli avrebbe causato seri problemi con la giustizia.
   Senza dubbio un film per stomaci forti in cui non viene risparmiata allo spettatore nessuna scena di violenza, comprese quelle sugli animali, girate per davvero (a sua discolpa Deodato asserì che la bestie uccise durante le riprese furono poi mangiate dalla troupe a dagli indios del luogo che non avevano altro di che nutrirsi). Ma col passare del tempo l’opera di Deodato fu rivalutata dalla critica sino a diventare una vera e propria pietra miliare della storia del cinema internazionale.
   Quentin Tarantino ha dichiarato che Cannibal Holocaust è il suo film italiano di exploitation preferito e che ha avuto una grande influenza su di lui. Altri hanno fatto giustamente notare come il film di Deodato abbia anticipato il genere mockumentary o found footage cioè il falso documentario, reso celebre da pellicole come The Blair Witch Project o la trilogia di REC.
   Nonostante tutto questo, Cannibal Holocaust è soprattutto uno dei film di denuncia più forti sul ruolo dei mass-media nell’epoca contemporanea e del loro potere di condizionare e manipolare la società. Non è un caso che ciò che spinse Deodato a girare il film furono i reportage violenti che alla fine degli anni Settanta passavano al telegiornale, dai morti ammazzati dal terrorismo alla repressione poliziesca contro le manifestazioni studentesche.
   Ai 400 Corti Film Fest ci sarà, mercoledì 25 novembre (ore 21.00), la proiezione del film (in versione integrale e ad altissima risoluzione) e l’incontro con il regista. Il quale presenterà anche alcuni minuti della sua nuova fatica (che uscirà nelle sale italiane nel 2016): un thriller avvincente con tutte le intuizioni e gli eccessi amati dal Maestro.

 Mercoledì 25 novembre, ore 21.00, Cinema Teatro “Principe”. Ingresso gratuito.

POSTER1 CANNIBAL (2) POSTER4 CANNIBAL (2) POSTER (1)

Ruggero Deodato In Hostel - Part II

Ruggero Deodato In Hostel – Part II