GIURIA TECNICA


Daniele Ciprì (Presidente)
Regista, sceneggiatore e fotografo. Diviene famoso, tra gli anni ’80 e ’90, per aver girato con Franco Maresco, compagno di tutti i suoi lavori, Cinico TV (1997), destinato alla televisione e trasmesso su Rai3. I toni dissacranti sono caratteristici anche dei lavori successivi.
Il primo lungometraggio è Lo zio di Brooklyn (1995), tra gli altri seguono Totò che visse due volte (1998), e Il ritorno di Cagliostro (2003), presentato in concorso al 60. Festival di Venezia nella sezione Controcorrente. Come direttore della fotografia esordisce in Tano da morire (1997), di Roberta Torre, e il capolavoro è Vincere (2009), di Marco Bellocchio, che gli vale un Nastro d’argento e un David di Donatello. Del 2012 è il primo lavoro di cui cura la regia da solo: È stato il figlio, che vince il Premio al miglior contributo tecnico per la fotografia alla 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, a cui seguirà La buca (2014).

Simone Coppo
Attore giovane ma già popolarissimo per i suoi ruoli televisivi, si è perfezionato effettuando uno stage di regia teatrale con Stefano Alleva. Nella sua breve carriera ha lavorato sia per il cinema (con Io Rom Romantica, Narciso, Linea Gotica) che per la televisione (Una grande famiglia 3, Gli abiti del Male e Life Bites). Il suo ultrimo film è La verità sta in cielo.

Sarah Pennacchi

Tra le più energiche e coraggiose produttrici italiane, ha incentivato pellicole come Babylon Sisters (presentato all’ultima Festa del Cinema di Roma), Slow Food Story, Il Risveglio del Fiume Segreto – In Viaggio sul Po con Paolo Rumiz, Le Dimore del Vento, Là dove senti cantare, fermatie La Vera Leggenda di Tony Vilar e The Weak Current: Pietro Savorgnan di Brazza.

Nino Celeste
Tra i più apprezzati direttori della fotografia italiani, dal ’70 ad oggi ha illuminato i film di Pasolini, Lenzi, Lizzani, Maselli, Fulci, Bava, Ferrara, Cavani, Faenza, Festa Campanile e Corbucci.
Stretto collaboratore di Damiano Damiani (La piovra, Il treno di Lenin, Pizza connection), ha lavorato molto per la Tv (Un posto al sole, Sottocasa, Agrodolce, La Squadra).

Luca Vecchi

Regista, sceneggiatore e attore. Insieme a Matteo Corradini e Luigi Di Capua è il fondatore del collettivo The Pills, nato nell’estate del 2011. Il collettivo è diventato celebre grazie alla web serie omonima che ha debuttato su YouTube nello stesso anno, diventando immediatamente fenomeno del web. Ha recitato anche nel film Smetto quando voglio.

Luigi Parisi
Regista di punta delle fiction di Mediaset, ha lavorato negli ultimi anni insieme ad importanti attori come Eva Grimaldi, Giuliana de Sio, Stefania Sandrelli, Gabriel Garko e molti altri. Dopo L’onore e il rispetto, ha diretto molte altre serie di successo come Il peccato e la vergogna 2, Pupetta – Il coraggio e la passione e Sangue Caldo.

Lorenzo Lavia
Attore e regista prevalentemente teatrale (tra i ruoli di maggior successo ricordiamo Benedetto in Molto rumore
per nulla e quello di Angelo in Misura per misura), ha anche recitato nei film Luis enfant roi, Dove siete? Io sono qui, La lupa, Cuori perduti, L’ospite e Smetto quando voglio. Presente anche in molte serie Tv (da Vento di mare a La squadra).

Emanuele Imbucci

Regista e sceneggiatore, ha lavorato nei film Come non detto (2011) e Abbraccialo per me (2016). Grande successo
ha avuto recentemente il suo Donne, in onda su RaiUno, tratto dal libro di Camilleri edito da Rizzoli: 10 film da 10 minuti ciascuno tratti da altrettanti racconti, con un cast di grande prestigio: Crescentini, Grimaudo, Marcorè, Gioé e Frassica.

Maura Morales

Direttrice di fotografia, ha prestato la propria professionalità nei film Maria per Roma, Onda su onda, La prima luce,
l’anima del Gattopardo, Il mondo fino in fondo, Carta bianca, Haiku on a Plum Tree, Prova contraria e Io sono nata viaggiando. E’ stata assistente operatore in moltissimi film, tra i quali La tigre e la neve, I vicerè e The exorcist – The beginning.

Enrico Lucherini

Storico e primo press agent che ha fatto conoscere in Italia questo mestiere, prendendolo in prestito dagli Stati
Uniti o meglio, nel suo caso, facendolo totalmente suo e nel migliore dei modi. Ha lanciato quasi 900 film, da Teorema a Fantozzi, dal Gattopardo a King Kong e Bella di giorno, da Morte a Venezia a Baària, da La dolce vita a La ciociara.

Lascia un commento