1a Giornata – Presentazione


“Alle ore 18.00 presentazione del libro di Alessio Biondino”

Apertura del festival con Erminia Manfredi

Sarà Erminia Ferrari, moglie del grande attore Nino Manfredi, la madrina che aprirà ufficialmente la nuova edizione della kermesse I 400 Corti Film Fest. L’appuntamento è fissato per martedì 18 novembre, alle ore 17.00 presso Palazzo Barberini, a Palestrina. La donna è impegnata attivamente, fin dalla scomparsa del marito (avvenuta 10 anni fa) nella lotta alla sclerosi laterale amiotrofica accanto all’associazione Viva la Vita onlus (che sarà presente all’evento con i suoi principali rappresentanti) con la carica di Presidente onorario. Erminia è molto più di una testimonial: è il vero punto di forza dell’Associazione, sempre in prima linea in tutte le iniziative in cui si racconta la condizione in cui vivono le persone affette da SLA. Dal 3 giugno 2004, quando denunciò a Report la condizione difficilissima in cui era costretto il marito Nino dalla lunga permanenza in rianimazione per un ictus, ha svolto un’incessante attività di sostegno ai malati. La particolare attenzione che Erminia ha dimostrato per le persone affette da SLA viene, oltre che dalla sua grande sensibilità, anche dall’indignazione che ha provato quando ha conosciuto le grandi difficoltà e l’abbandono in cui persone rese inermi dalla malattia, ma lucide nella coscienza, sono costrette ad affrontare quotidianamente.
Contestualmente, la società di servizi culturali Articolo Nove (e la libreria Spazio Articolo Nove, situata in via Barberini 24) presenterà il romanzo Buonanotte, madame (Zerounoundici Edizioni), scritto da Alessio Biondino, alla presenza dell’autore. Il libro è liberamente ispirato alla reale esperienza professionale di Biondino e descrive la relazione d’aiuto instauratasi tra un infermiere e una paziente malata di SLA. Un racconto di cura, di libertà, di un rapporto umano rigenerante e di una prorompente voglia di vivere. Dedicato alla protagonista, il romanzo è introdotto dalla prefazione di Mina Welby (Co-Presidente Associazione Luca Coscioni Per la Libertà di Ricerca Scientifica).
“Il mio romanzo – spiega l’autore – mira ad accendere un faro sulla vita dei tanti malati gravi costretti a domicilio da patologie invalidanti che non sono – come spesso pensano in molti – sempre e solo esseri sfortunati, vulnerabili, disperati e tristi in attesa di una morte inevitabile, anzi, sono persone serene, forti, a volte addirittura felici, in pace con la loro condizione di malattia, che vogliono solo un aiuto per riorganizzarsi e per ricominciare a vivere la loro vita”.

Martedì 18 novembre, ore 17.00. Palazzo Barberini, Palestrina. Ingresso gratuito.

Alessio Biondino - Buongiorno, madame Erminia Manfredi

Scarica la brochure del festival

Brochure – Alta Risoluzione PDF

Brochure – Bassa Risoluzione PDF